Close
Apprendistato-agevolazioni-contributive

Apprendistato e agevolazioni contributive

Condividi questo articolo :

Apprendistato professionalizzante: la decadenza dalle agevolazioni contributive può ritenersi realizzata solo nel caso in cui, sulla base della concreta vicenda, l’inadempimento datoriale abbia avuto un’obiettiva gravità, concretizzandosi nella totale mancanza di formazione, teorica e pratica, oppure in una attività formativa carente o inadeguata rispetto agli obiettivi propri del contratto.

Nella vicenda in esame, sia il giudice di primo grado che a Corte d’Appello si erano mostrati concordi nel ritenere non dovuto dal titolare di un esercizio commerciale quanto preteso dall’INPS a titolo di maggior contribuzione riveniente dalla violazione di taluni obblighi previsti a latere della stipula di un contratto di apprendistato professionalizzante concluso con una lavoratrice.

Dello stesso avviso si è poi rivelata anche la Corte di Cassazione, che ha respinto il gravame presentato dall’istituto di previdenza.

Nella specie, i giudici hanno infatti ricordato quanto già da tempo affermato nella giurisprudenza di legittimità a proposito della L. n. 196 del 1997, art. 16: la decadenza dalle agevolazioni contributive può ritenersi realizzata solo nel caso in cui, sulla base della concreta vicenda in giudizio, l’inadempimento datoriale abbia avuto un’obiettiva gravità, concretizzandosi nella totale mancanza di formazione, teorica e pratica, oppure in una attività formativa carente o inadeguata rispetto agli obiettivi propri del contratto.

Cass. civ., Sez. lav., 18 febbraio 2021, n. 4416

Redazione Consortium Forense 1960

Condividi questo articolo :

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *