Close
Condominio-demolizione-abusive

Condominio e demolizione opere abusive

Condividi questo articolo :

Condominio: è possibile evitare la demolizione dei balconi realizzati abusivamente nel caso in cui vi siano altri rimedi sufficienti a garantire il rispetto delle distanze e all’eliminazione delle vedute abusive.

Un medico aveva costruito una sopraelevazione realizzata per violazione della servitù di veduta in favore di un’altra condomina, costruzione, nella specie un balcone, che non avrebbe rispettato la distanza laterale dalla proprietà.

Prescindendo dalle vicende giudiziarie, conta evidenziare quanto ricordato dalla Corte di Cassazione in tema.

In particolare, l’eliminazione delle vedute abusive, nella specie dei balconi realizzati in violazione degli artt. 905 e 907 c.c., può essere realizzata non solo mediante la demolizione delle porzioni immobiliari per mezzo delle quali si realizza la violazione di legge lamentata, ma anche attraverso la predisposizione di idonei accorgimenti che impediscano di esercitare la veduta sul fondo altrui, come l’arretramento del parapetto o l’apposizione di idonei pannelli che rendano impossibile il “prospicere” e l'”inspicere in alienum”.

Tuttavia, affinché il giudice disponga, in alternativa alla demolizione, l’esecuzione degli idonei accorgimenti di cui si è detto, è sempre necessario che la parte interessata chieda al giudice stesso l’esercizio di tale potere.

Cass. civ., Sez. VI, 23 ottobre 2020, n. 23184

Redazione Consortium Forense 1960

Condividi questo articolo :

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *